Tè verde: proprietà e benefici di una delle bevande più antiche del mondo

Foto del Profilo di Zodio 15 aprile Segui già

Benessere

  • 2
  • 72
  • 0


Antinfiammatorio, antibatterico, potente nemico del colesterolo e complice delle azioni miranti al dimagrimento: il tè è tutto questo, un concentrato di salute sotto forma di bevanda che, dopo l’acqua, rientra tra le più antiche del mondo.

 

Il Giappone lo ha importato dalla Cina migliaia di anni fa e tra le tante varietà esistenti, a quella dalle foglie verdi, in particolare, sono associate particolari proprietà benefiche dimostrate da diversi studi scientifici che ne confermano l’effettivo vantaggio per l’organismo.

 

L’unica accortezza è che per vedere risultati concreti bisogna berne in grandi quantità.

La cosa migliore è bere 3-5 tazze al giorno, in questo modo il tè verde è un ottimo rimedio per contrastare i radicali liberi.

 

Ecco, allora, le proprietà del tè verde e i vantaggi che apporta:

ANTIOSSIDANTE. Il tè verde combatte l’azione ossidante dei radicali liberi, rallentando quindi l’invecchiamento cellulare.

DIMAGRANTE. Brucia grassi, ovvero aumenta la lipolisi –  grazie alla teobromina che agisce sulla mobilitazione dei grassi localizzati nel tessuto adiposo così da poterli ossidare a scopo energetico, favorendo una conseguente riduzione di peso

ACCELERATORE DEL METABOLISMO grazie alla teina.

Inoltre, a differenza della caffeina presente nel caffè, la teina, viene liberata progressivamente nel corpo, svolgendo un’azione più moderata rispetto ad un caffè. 

 

L’utilizzo del tè, poi, è consigliato anche come drenante nelle cure dimagranti perché svolge una buona azione diuretica e depurativa che favorisce l’eliminazione renale dell’acqua e la depurazione dell’organismo. Pare, inoltre, che un consumo regolare di tè aiuti a contrastare l’invecchiamento cellulare e a prevenire la caduta dei capelli, inibendone l’enzima responsabile.

 

COME PREPARARE UN TE’ VERDE

1. Il primo consiglio è quello di utilizzare sempre acqua minerale naturale. Tecnicamente possiamo dire che il cloro “sporca” il gusto dell’infusione, quindi evitiamo l’acqua di rubinetto.

2. La temperatura dell’acqua non deve mai superare 85°C.

3. La dose esatta è di un cucchiaino raso di tè per tazza d’acqua che si va a scaldare (circa 200 cc).

4. Il tempo d’infusione in genere è suggerito sulla confezione d’acquisto, ma è un tempo davvero indicativo. Quindi …

 

Qual è il giusto tempo di infusione del tè e quanto influisce sulle sue proprietà?

La variabile che più influisce sul gusto del tè però è dato dal tempo di infusione. A tal proposito è interessante capire cosa succede durante l’infusione del tè. Un’infusione breve, che va dai 30 secondi ai 2 minuti, porta alla formazione di una bevanda leggermente colorata e dal sapore molto lieve e delicato. Se il tempo di infusione si prolunga si avrà una bevanda dal gusto decisamente più intenso e, se il tè non è di particolare qualità, si noterà una punta di sapore “metallico” dato dall’ossidazione del tè.

I tè più pregiati invece potranno stare in infusione anche 10-15 minuti senza subire marcati cambiamenti nel gusto. Noi consigliamo anche di non aggiungere zucchero ma di bere il tè al naturale. Se proprio lo si desidera addolcire con miele. Per quanto riguarda il potere antiossidante del tè è evidente che se il tempo di infusione è breve si estraggono pochi polifenoli che invece abbondano in infusioni più lunghe. Relativamente alla teina invece, essa viene estratta molto bene già con una breve infusione. Per concludere possiamo dire che un’infusione di circa 5 minuti porterà alla formazione di un tè gustoso e ricco di antiossidanti.

 

 

te-verde

 



Commenti

Commenti

Lascia una risposta

You must be logged in to post a comment.

Il nostro sito utilizza cookie per capire come navighi il sito e fornirti un servizio ancora più personalizzato.
Se acconsenti all'utilizzo dei cookie, procedi con la navigazione.
Per saperne di più sulla nostra informativa clicca qui.
X

Community Beta Version